Please reload

Post recenti

I'm busy working on my blog posts. Watch this space!

Please reload

Post in evidenza

La pancetta: meglio la dieta, la palestra o la chirurgia?

03/16/2017

 

La “pancetta” è un problema della società moderna. Infatti ai tempi dove il cibo era un bisogno primario,  si pensava a come riempire la pancia, non certo a come buttarla giù, come avviene oggi.

Nella società occidentale, il problema è la pancia troppo piena, ma di cosa?

  • di quello che serve alla sopravvivenza e alla resistenza al freddo;

  • ma anche di sostanze dannose per la salute, che possono causare infarto e obesità.

Una dieta appropriata è l’unica soluzione per poter introdurre nel nostro corpo solo sostanze utili: adottare un comportamento alimentare corretto ci aiuta a prevenire certe malattie, e a mantenerci in salute a lungo.

 

Oggi il cibo sembra una droga a cui non è possibile rinunciare. Sento donne come mia madre che dicono di non poter vivere senza pasta, o di non poter rinunciare a certi alimenti. In realtà in molti casi si tratta di una dipendenza molto dannosa e che va evitata.

 

Per rimediare, in primis bisogna informarsi, imparare a conoscere le proprietà dei vari alimenti e capire quali ci fanno star bene, acquisendo la libertà di gestire con la nostra mente i bisogni del nostro corpo rinunciando ad abitudini scorrette. Per questo è necessario riprogrammare la nostra mente in modo da fare il giusto passo verso una libertà nutrizionale.

 

Una volta acquisita questa libertà, e capito che la rivoluzione alimentare che abbiamo adottato non basta, allora si possono valutare strade più complesse e invasive per eliminare/ridurre la pancetta: se parliamo di chirurgia addominale gli interventi sono assolutamente importanti, e hanno delle conseguenze a livello di collasso tissutale da post dimagrimento o post gravidanza da non sottovalutare, comportano il ripristino delle cicatrici che creano borse e cedimenti di grasso localizzato, e in alcuni casi prevedono anche interventi come diastasi per il riassetto muscolare del retto.

 

Si tratta di interventi che lavorano sul grasso più superficiale e il cui risultato diviene visibile e definitivo solo con una alimentazione corretta e con il giusto allenamento addominale.

Il mio consiglio quindi è quello di iniziare con una riprogrammazione alimentare, che non è rinuncia al cibo ma miglioramento dell’apporto di nutrienti buoni per la vostra salute fisica e mentale. E solo dopo, e solo se strettamente necessari, valutare trattamenti invasivi come l’addominoplastica, che andranno a lavorare sul riassetto muscolare ed estetico.

 

 

 

Share on Facebook
Please reload

Seguici
Please reload

Cerca per tag
Please reload

Archivio
  • Facebook - Grey Circle
  • LinkedIn - Grey Circle
  • Instagram - Grigio Circle